SEGUICI    wordpress g3   facebook   linkedin g

  • slide-home
  • ambiente1
  • rischi psicosociali1
  • sicurezza1
  • formazione1

I NOSTRI SERVIZI


I NOSTRI EVENTI & NEWS

L’INFORTUNIO SUL LAVORO PER COVID-19 NON È COLLEGATO ALLA RESPONSABILITÀ PENALE E CIVILE DEL DATORE DI LAVORO
Venerdì, 15 maggio 2020
Fonte: INAIL

INAIL

Il datore di lavoro risponde penalmente e civilmente delle infezioni di origine professionale solo se viene accertata la propria responsabilità per dolo o per colpa

ROMA - In riferimento al dibattito in corso sui profili di responsabilità civile e penale del datore di lavoro per le infezioni da Covid-19 dei lavoratori per motivi professionali, è utile precisare che dal riconoscimento come infortunio sul lavoro non discende automaticamente l’accertamento della responsabilità civile o penale in capo al datore di lavoro.
Sono diversi i presupposti per l’erogazione di un indennizzo Inail per la tutela relativa agli infortuni sul lavoro e quelli per il riconoscimento della responsabilità civile e penale del datore di lavoro che non abbia rispettato le norme a tutela della salute e sicurezza sul lavoro.

Per saperne di più

PULIZIA ORDINARIA E SANIFICAZIONE IN AZIENDA: DIFFERENZE, EFFICACIA E RICERCA DEI DROPLET
Giovedì, 14 maggio 2020

sanificazione

In questo particolare momento storico, si parla sempre più spesso di sanificazione degli ambienti per ripulirli dal Coronavirus, ma cosa vuol dire effettivamente sanificare? Partiamo dalla definizione riportata dalla vigente normativa.
Non possiamo che iniziare dalla Legge n. 82 del 25/gen/1994 [Disciplina delle attività di pulizia, di disinfezione, di disinfestazione, di derattizzazione e di sanificazione] e dal suo decreto di attuazione, il D.M. 07/lug/1997, n. 274 [Regolamento di attuazione degli articoli 1 e 4 della L. 25 gennaio 1994, n. 82, per la disciplina delle attività di pulizia, di disinfezione, di disinfestazione, di derattizzazione e di sanificazione] ...

Continua a leggere il nostro articolo

CORONAVIRUS - MODULO ON-LINE DA COMPILARE PER LE PERSONE CHE SONO VENUTE O STANNO VENENDO NEL LAZIO
Lunedì, 11 maggio 2020

Sono nel Lazio

La Regione Lazio ha definito una modalità facile per il monitoraggio epidemiologico per le persone che arrivano da altre regioni o stati. Questo monitoraggio consente ai servizi di prevenzione delle Asl di contattare persone entrate nel Lazio dalle aree geografiche dove il contagio è maggiormente diffuso e sottoporle a "sorveglianza attiva". Il questionario deve essere compilato da chiunque entri nella Regione Lazio per spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, da situazioni di necessità, obblighi connessi all’adempimento di un dovere, da motivi di salute.

Compila il questionario

SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO NELLA "FASE 2"
Giovedì, 7 maggio 2020, ore 17:30
Partecipazione: Gratuita

DIGITAL TALK

L'evento sarà incentrato, grazie al contributo di alcuni tra i principali protagonisti del panorama HR e HSE, sulle modalità più efficaci per le aziende di implementare le recenti direttive sulla sicurezza sul posto di lavoro a seguito dell'emergenza Covid-19. Discuteremo le strategie più efficaci di gestione e comunicazione di tali direttive, volte a garantire la sicurezza e il benessere dei lavoratori.


I NOSTRI CLIENTI